Le disgrazie altrui, che goduria.

Le accuse al marito della Mussolini sono gravi, gravissime e della peggior specie. Lo schifo e lo sdegno per chi è disposto a pagare delle ragazzine per fare sesso non è esprimibile a parole. Se verrà accertato che è colpevole, giusto che paghi, possibilmente in maniera equa e non con qualche giorno di carcere prima di una villeggiatura ai domiciliari.

Ovviamente questa storia sta avendo un grosso risalto perché la Mussolini è, in ordine sparso:

Una donna incapace che è in parlamento da venti anni, la cui carriera è iniziata con apparizioni sporadiche in film squallidi, rigorosamente svestita.

Ne trovate un breve riassunto qui: http://tvpolitik.blogosfere.it/2011/11/la-predica-di-alessandra-mussolini-oggi-al-grande-fratello-ieri-su-playboy-le-rinfreschiamo-il-suo-c.html

La nipote del nonno (ovvio direte voi, ma non credo ci sia bisogno di specificare)

Paladina della famiglia cristiana cattolica apostolica, fermamente contraria ai matrimoni gay e alle adozioni da parte dei gay.

 

Una dei tanti che hanno votato che la minorenne Ruby fosse la nipote di Mubarak.

Tutte le definizioni sopra riportate sono perfettamente attinenti al personaggio. Questo però non significa che sia giusto approfittare di una vicenda in cui, fino a prova contraria, lei non è minimamente coinvolta. C’è tanto materiale per attaccare la Mussolini per ciò che dice (tutto quel che dice), non serve altro. Magari questa vicenda servirà a liberarci di lei, non intendo fisicamente, basta che esca dal palazzo, e mi auguro possa servirle per capire che la pedofilia non è una esclusiva del mondo omosessuale (non ho mai capito perché in molti abbiano questa assurda fissazione). Certo qualcosa avrebbe dovuto capire già ai tempi di Ruby, quando invece difese strenuamente, dopo averlo attaccato per anni, Silvietto e le sue notti brave. (Nel video che segue un pacato dibattito tra geni)

E ci prese bellamente per il culo, come tutti gli altri che votarono quanto riportato in precedenza. (li trovate tutti qui, ad esempio http://www.unita.it/italia/ecco-i-314-deputati-che-credono-alla-balla-su-ruby-1.281150)

Inoltre commentò in questo modo la condanna di Berlusconi: “Con la sentenza di oggi che condanna senza una sola prova Silvio Berlusconi viene sancita la cancellazione del diritto in italia. Da oggi ogni italiano è ufficialmente in balia di chi puo’ decidere premeditatamente a tavolino la sorte ed il destino un un altro cittadino. l’indignazione non credo sia piu’ sufficiente. Oggi e’ morta la giustizia in italia”.

Strano, direte voi, che dopo essersi battuta tanto per il suo capo non trovi la forza di difendere il marito: forse ha quelle prove che non aveva per Silvio?

Anche in questa occasione viene fuori la becera mentalità degli italiani, sempre pronti a godere delle disgrazie altrui ma del tutto disinteressati a capire il dramma delle ragazzine che si prostituivano (un dramma sociale e culturale enorme). Chiediamoci dove stiamo sbagliando invece di massacrare una donna in difficoltà, tra l’altro capacissima di mettersi in ridicolo ogni volta che apre bocca.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...