Calearo: strano individuo che cambia spesso idea

Calearo nonostante l’agguerrita concorrenza riesce ancora a risultare il peggior deputato dell’universo. Dopo aver umiliato tutti gli italiani con le dichiarazioni riguardo i nobili motivi che lo tengono ancorato alla poltrona (lo stipendio con cui paga il mutuo, presumo di un castello) aveva annunciato le dimissioni, conseguenza della pioggia di insulti che gli erano piombati sulla testa. Tutti, io per primo, esultavamo soddisfatti per aver contribuito ad allontanare questo inutile personaggio dal parlamento; la gioia è però durata poco. Calearo ha rimandato di settimana in settimana fino a quando ha cambiato idea: non si dimette!

Non è la prima volta che questo tizio cambia idea: eletto nel PD dopo la geniale intuizione di Veltroni, era prontamente passato dalla parte di Berlusconi per evitare che il governo cadesse, presumo dopo aver incassato favori di qualche genere oppure accontentandosi del fatto che avrebbe salvato il suo stipendio paga mutuo per qualche tempo ancora.

In questi giorni l’ennesimo cambio di idea, questa volta per quanto riguarda le dimissioni. Stavolta lo stipendio non c’entra, almeno stando alle sue illuminanti parole, degne di un pensatore di livello mondiale, parole che rimarranno nella storia del pensiero politico:

«Per quanto sono stato male in questi giorni ero convintissimo di dimettermi. Ma poi tanti amici mi hanno detto che non avrei dovuto: in Parlamento ci sono i condannati, non è giusto che mi dimetta io che non ho fatto niente di male».

La prima notizia che ricaviamo è che è stato male: ne siamo dispiaciuti, ci sembra di vederlo vagare ramingo nel suo castello in preda alla disperazione, pieno di rimorso per le sue esternazioni: “chi me lo ha fatto fare di raccontare ai quattro venti i motivi della mia attività politica, a nessuno importava del mio mutuo…” e poi, continuando nel suo estenuante viaggio di espiazione da un piano all’altro della sua modesta dimora “ma chi l’ha progettata questa casa? Mi perdo sempre, avrei bisogno di una mappa.” E ancora pianti e dolore atroce. La commozione mi impedisce di continuare.

Ma per fortuna ci sono gli amici, che servono proprio a dare conforto nei momenti di difficoltà; amici geniali ma sinceri, che non hanno detto a Calearo di non dimettersi perché ha tanto da dare al Paese, perché il suo impegno può portare risultati importanti: no, gli amici veri sono quelli che dicono la verità, e quindi l’unico motivo per cui il buon deputato non deve dimettersi è che in parlamento c’è tanta gente peggiore di lui, ci sono i condannati possono esserci anche i deficienti. Aggiungo che ci sono addirittura i super deputati, i condannati deficienti.

Che gli amici abbiano avuto tali parole di conforto ci spiega che tipo di persone frequenti Calearo; il fatto che lui abbia raccontato tutto in giro la dice lunga sulla sua intelligenza superiore.

Quel che vogliamo suggerire a Calearo è un motivo molto semplice per cui dovrebbe dimettersi: è stato condannato dall’opinione pubblica, che per un politico conta tanto quanto una condanna penale. Se sono tanto orgogliosi di essere stati eletti grazie al voto degli elettori, devono essere onesti nel lasciare quando gli stessi elettori lo richiedono.

Ma la democrazia, si sa, muore nel momento in cui la scheda elettorale finisce nell’urna… Ecco perché si chiama così!

Annunci

1 Comment

  1. Quella di Calearo è una sparata che lascia spiazzati, uno si domanda ma questa gente si rende conto di quello che dice, si rende conto di come vive il paese, ci sono o ci fanno?
    Va bene che a la Zanzara sono molto abili nel farti dire quello che vogliono sentirsi dire, ma suvvia un politico deve essere un minimo scafato e dovrebbe evitare di sparare certe “pistolettate”, per non parlare poi sempre del giudizio su due omosessuali che si baciano rilasciati sempre alla stessa trasmissione: http://intoccabili.wordpress.com/2012/03/30/due-gay-che-si-baciano-fanno-schifo/ poi calearo ci dice come tutti i politici che è stato frainteso e si dimette, ma quando? http://intoccabili.wordpress.com/2012/04/01/calearo-basta-adesso-mi-dimetto-il-responsabile-cambia-versione-assente-dal-parlamento-per-sare-vicino-a-mia-moglie-malata-sulle-dimissioni-sparisce-la-paura-c/
    e intanto è stato denunciato da una signora http://intoccabili.wordpress.com/2012/04/01/le-parole-di-calearo-non-hanno-suscitato-solo-indignazione-fine-a-se-stessa-ce-anche-chi-e-passato-ai-fatti-denunciando-il-parlamentare/
    per arrivare appunto ai commenti di Veltroni su twitter http://intoccabili.wordpress.com/2012/03/31/walter-veltroni-calearo-e-persona-orrenda-quando-lo-abbiamo-candidato-sembrava-diverso/ si difende… ma mai uno che si prende le responsabilità…
    e mò dopo aver annunciato le dimissioni si tira inietro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...