Neve

Le abbondanti nevicate di questi giorni stanno mettendo in ginocchio gran parte dell’Italia; non tutte le zone però stanno ricevendo lo stesso trattamento da parte dei media. La provincia di Frosinone, duramente colpita e con criticità gravissime per alcuni paesi, è stata praticamente ignorata fino ad oggi, quando finalmente qualche tg nazionale ha deciso di accennare alla situazione.

Sicuramente le varie amministrazioni comunali dovranno rispondere ai propri cittadini per l’evidente incapacità di fronteggiare una situazione che, pur eccezionale, era annunciata da giorni e che quindi si sarebbe potuto affrontare con un po’ di cognizione di causa, per tutelare almeno le fasce di popolazione più deboli (anziani, bambini, malati cronici). Come al solito incapacità e supponenza hanno invece fatto si che la situazione si facesse più grave di ora in ora, arrivando ad avere interi paesi privi di acqua e luce da venerdì 3 febbraio.

Lo scaricabarile in questi casi è lo sport più praticato, così le autorità si accusano a vicenda ed i cittadini, al solito, rimangono inermi. Se questi personaggi spalassero neve come scaricano il barile, a questo punto tutti i paesi sarebbero perfettamente vivibili.

Qualche considerazione su ciò che avverrà nei prossimi giorni: oltre a non avere qualcuno che si assuma la responsabilità, si avranno ingenti danni economici, non soltanto per i danni materiali, come il crollo del capannone che ha causato la morte di un uomo, ma soprattutto per i danni all’agricoltura, primo mezzo di sussistenza per la provincia di Frosinone. Qualcuno dovrà venire incontro alle centinaia di aziende agricole che, giocoforza, si troveranno in difficoltà.

Speriamo di poter presto passare ad una analisi accurata delle criticità, senza dover affrontare tragedie all’italiana. Per il momento si può seguire la situazione su twitter, seguendo #neveinciociaria.

Ringrazio @ciociarianews, @Psysara @cristinasimone e tutti gli altri utenti twitter che hanno fornito informazioni e che si stanno battendo affinché i diritti degli abitanti della ciociaria non vengano calpestati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...